Mar Rosso
:: MAR ROSSO ::
Home
Guida al Viaggio
Immersioni
Attivita'
Vita Notturna
Clima
Mappa
Vacanza
Crociere
Voli
:: LOCALITA' ::
Taba
Nuweiba
Dahab
Sharm El Sheikh
El Gouna
Hurghada
Marsa Alam
Makadi Bay
Safaga
El Quseir
Hamata/Berenice
Soma Bay
 
 
ATTIVITA'

SNORKELING:
Fare snorkeling è il modo migliore per iniziare a conoscere Mar Rosso!

Tutto quello che vedrete sott’acqua è vivo ma non solo... gli oggetti appaiono il 25% più grandi e più vicini di quanto siano in realtà. Prima, però, di andare ad ammirare i pesci oppure a toccare i coralli, informatevi sui loro comportamenti e sulle conseguenze che potrebbero arrecare alla vostra pelle; basti pensare che alcuni coralli, se toccati, provocano delle abrasioni simili ad ustioni ed alcuni pesci, se toccati o spaventati, potrebbero pungervi o mordervi. Ricordiamo di prestate attenzione al movimento delle pinne per evitare di provocare danni alla barriera corallina.

Il modo migliore per identificare le creature che vivono nel Mar Rosso, è quello di portare con voi delle schede plastificate con i disegni delle più comuni creature marine, acquistabili in numerosi negozi di souvenir.

Se non avete paura di nulla e amate l’avventura consigliamo di provare a praticare snorkeling anche durante la notte, quando le acque del mare sono più calme e il mondo sottomarino è tranquillo e pacifico. A coloro che praticano snorkeling diamo tre regole da rispettare: i coralli non vanno toccati; i coralli vanno protetti e non raccolti; è lecito portare via solo le fotografie. L’attrezzatura base per lo snorkeling è: una maschera; uno snorkel (boccaglio) e un paio di pinne. Inoltre, indipendentemente dalle condizioni del mare e dal livello d’esperienza e si consiglia l’utilizzo di una muta e di un giubbetto salvagente.

Prima di buttarvi in acqua per prima cosa indossate la maschera; per evitare che questa si appanni durante l’uso, sputate al suo interno assicurandovi che la saliva ricopri interamente le lenti oppure utilizzate dei prodotti specifici.

Dopo aver indossato la maschera, regolate lo snorkel (il boccaglio) e indossate le pinne solo quando sarete entrati in acqua. La prima regola, una volta in acqua, è quella di fare piccoli movimenti, respirando lentamente e profondamente, tenendo le braccia lungo il fianchi. Evitate di spruzzare l’acqua in superficie con le pinne, altrimenti le creature marine si allontaneranno velocemente da voi. La cosa fondamentale è assicuratevi che la maschera aderisca perfettamente al vostro viso e che il facciale sia libero da eventuali capelli o sopracciglia. La maschera dovrebbe rimanere incollata al viso senza l’aiuto del cinghiolo. Dopo aver appurato ciò, passate il cinghiolo sopra la testa senza stringerlo, e appoggiatelo nella parte superiore della nuca. Vedrete che la pressione dell’acqua manterrà la maschera sul viso, per cui potrete liberamente allentare la stretta del cinghiolo.

Lo snorkel, invece, può essere posizionato sia sulla sinistra che sulla destra del viso purché sia vicino al viso e non dietro l’orecchio. Per una facile presa, sistemate il boccaglio all’altezza della bocca, regolando la parte inferiore fino a quando non si trovi nella posizione esatta. A differenza di uno snorkel tradizionale, uno dotato di una valvola inferiore a svuotamento immediato renderà più semplice la manovra di svuotamento.

Per quanto riguarda le pinne, sul mercato ve ne sono due tipi; a scarpetta e con cinturino regolabile. Le prime, solitamente, si indossano a piedi nudi, mentre quelle regolabili si indossano con i calzari. Quest’ultimi non sono adatti per fare snorkeling perché i calzari galleggiano rendendo la pinneggiata in superficie più difficoltosa, soprattutto per i meno esperti. Al contrario, i calzari sono necessari se, per raggiungere la barriera, dovete camminare su una spiaggia di ghiaia o su un fondale roccioso.

Altro componente necessario per praticare questo sport acquatico è la muta necessaria per ripararvi dal sole. I modelli di mute disponibili nei negozi sono molti: quelle intere coprono tutto il corpo, mentre le "mezze mute" sono a maniche corte e calzoncini. Come tessuto si consigli la muta in lycra che calza come una seconda pelle e non aumenta la capacità di galleggiamento. Il giubbetto gonfiabile è indicato per galleggiare e riposarsi comodamente in superficie. Se sgonfiato, aiuta a mantenere un buon assetto durante l’apnea.

SPORT NAUTICI:
Mar Rosso non è solo sinonimo di immersioni, infatti, questo è un paradiso anche per altri sport. Alcune destinazioni ivi presenti posseggono le caratteristiche ideali alla pratica di un tipo di sport piuttosto che un altro. Le località come Dahab nel Sinai, ed El Gouna, Hurghada, Safaga e Marsa Alam sulla costa continentale sono famose per la pratica di sport da tavola come windsurf e kite surf. Sharm el Sheikh, invece, è la destinazione perfetta per praticare sci nautico e wakeboard. Condizioni permettendo, lungo la spiaggia potrete affittare pedalò, bananoni, parasailing (paracadute ascensionale) e piccole barche a vela. Informiamo che nel Mar Rosso le moto d’acqua sono state proibite.

ATTIVITA' A TERRA:
Oltre alle classiche escursioni ai siti storici o ai parchi naturali, durante una vacanza in Mar Rosso è possibile anche partecipare a divertenti attività a terra che si svolgono all’interno dei villaggi turistici. Una cavalcata nel deserto su cavalli o su cammelli oltre ad essere un’esperienza favolosa è molto semplice ed adatta a tutti.

Alcune destinazioni, come El Gouna e Sharm el Sheikh, hanno delle scuderie dove è possibile prendere delle lezioni di equitazione e successivamente prendere parte ad escursioni nel deserto. Gli amanti del rischio non avranno che l’imbarazzo della scelta tra le tante piste di go-kart e i centri specializzati in motociclismo, motocross e quad runner. Il deserto, potrebbe sembrare a molti, come un luogo ostile, spietato e misterioso, ma, allo stesso tempo, può darvi emozioni che restano per tutta la vita.

La destinazione perfetta per avvicinarsi al deserto è il Parco Nazionale di Wadi el Gemal, circa 40 km dopo Marsa Alam. Il Parco è una zona protetta che copre circa 100 km di coste che abbondano di palme tropicali, baie di mangrovie e spiagge bianche. Al suo interno troverete, oltre alla succitata zona costiera, anche una lunga catena montuosa di grande importanza geologica. Il Parco organizza escursioni guidate di differente durata e tipo, per meglio venire in contro alle diverse esigenze dei visitatori. Sono tutte condotte da guide professionali.

Negli ultimi anni il Mar Rosso sta cercando di entrare a far parte delle destinazioni golfistiche per eccellenza, ospitando competizioni internazionali presso i suoi meravigliosi campi da golf situati lungo la costa. Nonostante il clima arido e la scarsezza d’acqua, in Mar Rosso sono stati costruiti ben tre campi da golf, ed è in corso la realizzazione di un quarto: El Gouna (Golf & Fitness Club El Gouna), a circa 25 km nord di Hurghada, Soma Bay (The Cascades Golf & Country Club), a circa 30 km a sud di Hurghada e il Jolie Ville Golf Resort a Sharm el Sheikh (Sinai).

CENTRI BENESSERE:
Il Mar Rosso è da molti considerato il luogo ideale per rigenerarsi, non a caso vi sono numerosi centri benessere perfetti per rendere la vostra vacanza ancora più speciale. In effetti tutti gli hotel di prima classe hanno al loro interno un centro benessere più o meno attrezzato con idromassaggio, sauna, bagno turco ed alcuni tipi di trattamenti specializzati come riflessologia, massaggi tailandesi, svedesi ed tradizionali egiziani, trattamenti alternativi come talassoterapia, lezioni di joga, aromaterapia e programmi personalizzati di bellezza. A disposizione degli ospiti ci sono inoltre corsi di thai chi, qi kung e hatha joga.

Copyright ©2006 SharmElSheikh.EU - tutti i diritti riservati - Privacy Policy